_MG_7852.jpg
CUNA LOGO PROVA 4.png

Negli anni della mia maturità ho dato forma all'idea di fare il vino sui verdi colli del Casentino coronato dai picchi di Appennino.

 La notevole escursione termica giorno/notte di questi nostri poggi dà finezza e brio ai profumi ed i suoli argillo-calcarei con i loro umori trasferiscono nel chicco suadenza e sostanza.

  Nei 4 ettari totali di vigna sono piantate, fitte come grani di pepe, 44.000 viti di pinot noir e abrostine, antica uva etrusca.

Tutte le uve sono vinificate parcella per parcella e ciascuna per se stessa 

Federico Staderini

Cuna_PhotoEllinorHall_2011_MG_9538 (5).j

CUNA

pinot noir

igt toscana rosso

Le ragioni intime di questo vino stanno nella mia gioventù, nell’essere agronomo, nella terra, nella gente casentinese e infine nella sua frescura, di cui il pinot noir, uva assoluta rigode grandemente in finezza vibratile ed eleganza.

  In tutte le scelte produttive messe in campo fin dall’impianto dei 3 Ha negli anni 2004-2007, i fondi di scienza e la”tecne” hanno accompagnato la mano nella coltivazione e i piedi nel travaglio del vino, con attenzione e rispetto.

  Il lavoro biologico delle 7 piccole vigne Nuc, Pozzo, Fedelone, 2 Fratelli, Querce, Becco e Cuna toponimo etrusco e catastale, si congiunge al chiarore del sole e si fa vino  attraverso 7/8 raccolte  dal “molto presto” dei primi giorni di settembre al  “tardi”, quando è già ottobre.

  Così facendo, mi provo a mettere in valore, dalle diverse vigne le tante facce del signor pinot: dalla scintilla di una gioventù appena sbocciata all'adulto equilibrato e solido fino alla maturità profonda e generosa. L'ultima uva estenuata e tarda, già fredda dell'autunno, si innerva ancora e vivifica nelle fermentazioni con tutti i raspi, o molti.

  A volte prima, a volte dopo, più spesso in corso di affinamento nelle vecchie piéce di Borgogna, fondo i vini diversi ad unità, dove il pinot noir testimonia più dei luoghi che di se stesso.

  Una bevuta Franca !

brendinoAltare_edited.jpg

BRENDINO cru

pinot noir

4000 viti disposte a 50 cm l’una dall’altra  che traguardano le cime del Pratomagno .

  Questa terrazza naturale aperta sul mondo in mezzo ai prati, è vigna Brendino.

  Al massimo produco da questo cru di pinot noir “petit petit fin” circa mille bottiglie a vendemmia, se le produco.

  Vuol dire 1 bottiglia ogni 4 viti oppure 270gr a vite di uva.

  Il clima e la terra sono gli stessi dell’unico clos entro cui si producono, accanto, i vini di Podere della  CIVETTAJA e CUNA.

  Da Brendino, tuttavia, lo spirito del posto è diverso; è aereo e ha un senso di vastità.

  Poi nella tecnica, due sono le caratteristiche che distinguono BRENDINO da CUNA:

qui vengono raccolte le ultimissime uve di pinot noir e nella vinificazione la proporzione delle uve che fermentano a grappolo intero, dunque col raspo, è più alta in maniera cospicua.

Sempre  due anni almeno in bottiglia prima di sortire.

Cuna_PhotoEllinorHall_2011_MG_9509.jpg

SEMPREMAI SORTE

l'etrusco abrostine

  Arcigno, pelle e ossa come lo sono la rosa canina o il prugnolo, abrostine viene appunto dalla domesticazione di un’uva selvatica: la labrusca di Plinio il Vecchio (N.H. XIV, par. 93) e la ’Vitis vinifera ssp. sylvestris ‘ della botanica.  Da noi è piantato su una pendice assolata eppure germoglia tardi e tardissimo matura, siccome seròtino per natura.

  La raccolta infreddolita di questi racimoli sparuti e spargoli viene dopo il 20 ottobre coi faggi in Appennino già in manto autunnale e a volte con la neve.

  L’uva abrostine, ricchissima di colore e di tannini naturali buoni per cuore e circolazione ma potenzialmente ruvidi, è interamente schiccolata a mano entro tonneaux aperti ed immediatamente pestata con i piedi per favorire l’estrazione degli antociani nei primi 3 giorni di macerazione

Svinato presto e affinato lungamente in legno, SEMPREMAI è imbottigliato a mano come tutti i vini nostri e SORTE dopo almeno 2 anni di bottiglia.

Vino singolare per palati curiosi e menti aperte

Cuna di Federico Staderini

Località Cuna - Civettaia, 52015 Pratovecchio  (AREZZO)

Federico Staderini  staderini@cuna.cloud   +39 335453072 

Samuel maìtre de culture +39 3206877599

  • Nero icona di Google Play
  • Facebook
  • Instagram
Iscriviti alla newsletter

Il tuo modulo è stato inviato!